Centrotest: competenza e qualità a servizio del cliente

settembre 15, 2017

Cos’è Centrotest.

Azienda ormai da più di un ventennio leader nel settore, Centrotest, con sede a Terni, offre ai propri gentili clienti i migliori servizi nell’ambito dei trattamenti termici. Fondata nel lontano 1987, Centrotest possiede, ad ulteriore conferma della propria competenza a riguardo, tutte le certificazioni necessarie. Personale cordiale, con esperienza pregressa e dalle comprovate competenze si servirà delle migliori attrezzature, emblema di un costante sviluppo tecnologico che rappresenta un punto ed un dogma imprescindibile. Una continua ricerca e soluzioni innovative soddisferanno le richieste e le esigente di tutti i committenti, per un servizio il più possibile preciso e puntuale.

Tipologie di trattamenti termici.

Tra i numerosi servizi offerti vi sono appunto i trattamenti di tipo termico, ultima frontiera nel settore meccanico e metallurgico. Una metodologia di lavorazione che dona ai manufatti finali una estrema pregevolezza dal punto di vista qualitativo. A seconda dell’ampiezza della superficie da trattare e della tipologia di intervento da effettuare, esistono sostanzialmente due metodi di lavorazione:

  • trattamenti termici localizzati. Un intervento, questo, che viene eseguito quando, per l’impossibilità di utilizzare forni, si isola la frazione da trattare, espandendo il calore mediante l’aiuto di resistenze elettriche a contatto, in grado di diramare il calore nella parte interessata. Con questa lavorazione è possibile scongiurare lo smontaggio di componenti che richiederebbero una estrema difficoltà di questo. Tuttavia, si tratta di un processo che possiede un grado di difficoltà superiore rispetto a quello eseguito in forno, con tempistiche talvolta estremamente lunghe;
  • trattamenti termici in forno. Costituisce il metodo certamente più utilizzato, utile nella lavorazione di tratti considerevoli. Tutti e quattro i forni sono disposti e collocati esternamente, in una superficie di circa 10 chilometri quadrati, adatta anche ad operazioni di stoccaggio e movimentazione delle materie prime. Due gru, una dalla capacità di otto tonnellate ed una dalla capacità di quaranta tonnellate, garantiranno uno scarico agevole dei materiali più pesanti. Il forno Cooperheat (lunghezza 24.6 metri, larghezza 5 metri ed altezza 3.4 metri) è in grado di sopportare temperature fino a 980 gradi centigradi. I due forni a pozzo, dai diametri e dalle altezze differenti, resistono a temperature che raggiungono i 1200 gradi centigradi. Vi è infine il forno elettrico, dalle dimensioni leggermente più ridotte e capace di sopportare una temperatura massima di mille gradi centigradi.

Per qualsiasi ulteriore informazione, è possibile consultare il sito internet http://www.centrotest.com.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.