La fantasia è tutto

ottobre 10, 2018

Nella vita di tutti i giorni vediamo un gran numero di oggetti che ci piacerebbe avere ma spesso non sono alla portata delle nostre tasche.

Come realizzare un desiderio

Perché privarci a tutti i costi di qualcosa che ci piace? Probabilmente sarà già stato di proprietà di qualcun altro che per le ragioni più varie se ne sarà dovuto liberare.

Ecco allora che in nostro soccorso troviamo quei luoghi in cui le cose iniziano a vivere una seconda esistenza, pronti ad essere acquistati da qualcuno che li saprà apprezzare.

Il mercatino dell’usato

Un luogo affascinante e spesso misterioso è costituito dai mercatini dell’usato, come ad esempio quello di Firenze, in cui sarà facile reperire non solo vestiti, bensì ogni genere di oggetto, spaziando tra i libri, i gioielli, le monete e chi più ne ha più ne metta.

La seconda vita che vanno ad acquistare gli oggetti è spesso addirittura migliore della prima, visto che vengono cercati e spesso rappresentano per chi li acquista, la realizzazione di un desiderio o una necessità altrimenti insoddisfabile.

Materiale per i sogni

Fare incetta di oggetti in un mercatino dell’usato permetterà, a poco prezzo, di avere una gran quantità di materiale con cui potrete creare, secondo le vostre inclinazioni, gioielli alla moda, piuttosto che in stile vintage, oggi sempre più ricercato.

Collezionismo

Se poi siete collezionisti di qualcosa in particolare, ovviamente sarà il luogo migliore dove andare a cercare nuovi pezzi per arricchire le vostre raccolte.

In numerosi casi è il punto finale d’arrivo dei traslochi di case i cui proprietari sono anziani o semplicemente si sono dovuti disfare dell’arredo per le ragioni più disparate, come ad esempio traslochi, espatrio per lavoro o studio o molto più semplicemente perché avevano cambiato casa.

A questo punto per chi ama cercare pezzi rari o difficili da reperire in giro, il dare un’occhiata approfondita sarà un obbligo per cercare lo scrigno del tesoro.

Abbigliamento per bambini

Sappiamo tutti che i bambini crescono ad una velocità molto elevata, per cui spesso, in assenza di parenti o amici che li possano usare, i vestiti dismessi, molto spesso quasi nuovi, verranno messi in vendita a poco.

Quante scarpe, pigiamini, tutine o magliette praticamente nuovi ha dovuto dare via ogni genitore? Ovviamente, anche se a malincuore, bisogna sempre far nuovo spazio in casa per consentire l’ingresso delle cose nuove. Al contrario ci troveremmo nella situazione degli accumulatori seriali, che pur di non buttar via niente, sono disposti a vivere in vere e proprie discariche di cose vecchie ed obsolete.

In fondo si tratta di un fisiologico passaggio del ciclo della vita, che si tratti di esseri umani o di oggetti.

Nessun commento

I commenti sono chiusi.